Corso di Finanza Comportamentale VIII
Conclusioni


Nel Corso di Finanza Comportamentale abbiamo visto che è illusorio considerare l’investitore finanziario un soggetto pienamente razionale o che il mercato abbia in sé gli strumenti per correggere eventuali distorsioni, causate da alcuni investitori euforici o eccessivamente depressi per l’andamento del mercato.

In breve sembra prospettarsi l’ipotesi che la teoria dei mercati efficienti sia affiancata da una teoria che tiene maggiormente conto del comportamento emozionale degli investitori.

Analizzare tale comportamento è solo la fase iniziale di uno studio che si vorrebbe orientato verso una sorta d’istruzioni per l’uso, che diano delle ricette vincenti nel potere quanto meno limitare i danni e cogliere i frutti di un mercato effervescente e globale che sembra essere estremamente sensibile ad ogni fruscio e sempre più vicino all’andamento di un random walks.

E’ molto probabile che nessuno sia in grado di dare tali istruzioni e ci si debba limitare ad esaminare varie situazioni, nella speranza di ottenere qualche suggerimento nel difficile lavoro dell’investitore.

L’andamento di un mercato dipende da una tale miriade di variabili, che è impossibile tenere presente contemporaneamente. Quello che si può fare è tenere presenti alcune di tali variabili e relativamente a queste trarne alcuni risultati.

Quanto meno variabili si terranno presenti, tanto più i modelli saranno semplici e controllabili, ma ovviamente daranno meno informazioni.

Per contro un modello con molte variabili, sarà difficile da gestire e quindi non è detto che dia maggiori informazioni.

 

LEZIONE 7 - TORNA ALL'INDICE

eBook di Analisi Tecnica Trading - Forex! Gratis!
Corso di Analisi Tecnica
Corso di Finanza Comportamentale
»


Fondi comuni
Obbligazioni
Borsa
Polizze assicurative
Gestioni patrimoniali
ETF
Regole e suggerimenti pratici per investire
© Copyright 2010 Educazione Finanziaria.it - Contatti - Disclaimer