Regole e Suggerimenti Pratici per Investire - Internet, bella invenzione ma...

Prima di investire Al momento di concludere il contratto Una volta concluso il contratto In caso di insolvenza dell'intermediario

Adottare ulteriori cautele online

La rete Internet ha consentito la veloce circolazione delle informazioni ed il moltiplicarsi delle possibilità di contatto fra le persone, e quindi anche di pubblicizzare, proporre e concludere investimenti (attraverso siti web o e-mail) ed ha consentito la nascita del Bitcoin, di Ethereum e delle atre criptovalute mediante l'utilizzo della blockchain.

Ha anche però aumentato le possibilità di iniziative illecite. E' bene quindi porre in essere ulteriori verifiche e cautele, in aggiunta a quelle generali. In particolare:

- controllare che il soggetto che propone l'investimento sia chiaramente identificabile;

- verificare che gli indirizzi forniti (telefono, fax e sede del soggetto) corrispondano effettivamente a quelli del soggetto, avvalendosi preferibilmente dei servizi "elenco abbonati telefonici" e degli albi dei soggetti autorizzati presenti in questo sito;

- verificare sempre direttamente presso l'autorità di vigilanza che il soggetto sia abilitato . L'esistenza all'interno di un sito di riferimenti alla circostanza che il soggetto è vigilato da un'autorità pubblica o di link con siti di autorità di controllo non comporta alcuna assunzione di responsabilità da parte di tali autorità né garantisce il contenuto delle proposte effettuate;

- "scaricare", stampare e leggere con attenzione la documentazione contenuta nel sito per verificare l'adeguatezza della proposta rispetto alle proprie esigenze.

I siti Internet e la posta elettronica sono tecniche di comunicazione a distanza disciplinate dal regolamento Consob n. 11522/98 (artt. 71-76). Qualora il contatto attraverso e-mail avvenga su iniziativa dell'intermediario, esso deve avvenire attraverso un promotore finanziario.

Essere consapevoli del carattere internazionale di Internet

Internet, per le proprie caratteristiche tecniche, consente contatti e scambi a livello internazionale. Quindi, per prima cosa, occorre individuare il Paese la cui legge si applica alle operazioni proposte o concluse attraverso Internet e se, secondo la normativa di quel paese, esse sono soggette alla vigilanza di un'autorità pubblica. Un elenco degli indirizzi e dei recapiti delle autorità dei principali paesi è disponibile nel sito dell'Organizzazione Internazionale delle Commissioni di Valori (www.iosco.org).

La Consob vigila sulle attività finanziarie realizzate via Internet se rivolte a residenti in Italia.

Per quanto riguarda le e-mail, esse sono sempre di competenza della Consob se il destinatario del messaggio di posta elettronica è residente in Italia.

Per quanto riguarda i siti, la Consob ha individuato alcuni criteri presuntivi per determinare se un'offerta debba considerarsi rivolta a residenti in Italia, quali, ad esempio, l'utilizzo della lingua e della valuta nazionale, la presenza di riferimenti a fatti e circostanze relative al nostro paese (ad esempio, indicatori economico/finanziari italiani), l'operatività in Italia dei soggetti attraverso i quali è possibile aderire, la contestuale effettuazione di campagne pubblicitarie in Italia, la possibilità di individuare il sito attraverso motori di ricerca italiani o specializzati sull'Italia.



Valutare criticamente le informazioni disponibili nei "Forum"

Su Internet esistono diversi "gruppi di discussione", sui quali è possibile acquisire o scambiare informazioni relative a mercati, strumenti finanziari e opportunità d'investimento.

Le informazioni, le notizie e i suggerimenti contenuti in tali gruppi si distinguono, normalmente, per essere di provenienza anonima o comunque difficilmente verificabile.

Si raccomanda pertanto di prestare molta attenzione e di verificare le informazioni apprese con quanto riportato sull'argomento da altre fonti (ufficiali o comunque non anonime). Anche in questo caso, segnalare alla Consob eventuali sospetti di irregolarità.

 

Attenzione ai rischi del Bitcoin ( e comunque di Ethereum e delle altre criptovalute)

- Costante associazione negativa da parte dei media con parole quali speculazione, riciclaggio, hackers, ecc. Il Bitcoin viene generalmente discusso su molti forum in modo negativo a causa di ciò che le persone possono fare illegalmente, raramente si parla di un uso completamente etico del bitcoin.

- Forti timori di una regolamentazione restrittiva dei Bitcoin da parte degli Stati.. La regolamentazione governativa o europea di Bitcoin e di altre criptovalute sembra sempre incombente. Mentre è impossibile per chiunque sapere cosa farànno i governi a proposito dei Bitcoin, la minaccia di una regolamentazione fortemente restrittiva è sempre presente.

- Mancanza di innovazione tecnologica. Bitcoin è all'origine della tecnologia blockchain. Fino ad ora, ha rappresentato la maggior parte del peso dell'intera capitalizzazione di mercato delle criptovalute. È sceso al di sotto del 50% della capitalizzazione di mercato delle criptovalute negli ultimi mesi, e con l'evolversi di Ethereum e di altre criptovalute, la tendenza dovrebbe probabilmente proseguire.

A cura di Franco Maria Vagge.

10 Tips For Online Investing

Fondi comuni
Obbligazioni
Borsa
Polizze assicurative
Gestioni patrimoniali
ETF
Regole e suggerimenti pratici per investire
eBook di Analisi Tecnica Trading - Forex! Gratis!
Corso di Analisi Tecnica
Corso di Finanza Comportamentale

 

© Copyright 2019 Educazione Finanziaria.it - Contatti - Disclaimer